Amazon: nuovo motore grafico 3D per il gaming gratuito

Amazon: nuovo motore grafico 3D per il gaming gratuito





Già da tempo amazon stava lavorando su un nuovo engine per la creazione di videogiochi ed è una nuova tecnologia appena ufficializzata e basata sugli Amazon Web Services e su CryEngine, studiata per consentire agli sviluppatori di creare in maniera immediata giochi per PC, console e dispositivi mobile. Amazon Lumberyard è un motore grafico indirizzato specificamente agli sviluppatori che intendono creare giochi multiplayer e online.

Amazon ha annunciato anche GameLift, un servizio basato sulla tecnologia cloud di Amazon che permette agli sviluppatori di creare server per i giochi multiplayer basati su Lumberyard. Per gli sviluppatori i costi saranno basati sul totale dei giocatori presenti in ogni server.

Lumberyard permette di creare videogiochi con grafica avanzata essendo in grado di gestire networking, fisica dei tessuti, animazioni dei personaggi, particelle, interfaccia utente, audio, effetti meteo, veicoli, intelligenza artificiale, inquadrature, path finding, e altro ancora, il tutto tramite un editor semplice da imparare e immediato.

Amazon parla di integrazione a Twitch, la piattaforma di video sharing che ha acquisito per circa un miliardo di dollari. Amazon Lumberyard è gratuito e disponibile fin da subito per tutti quegli sviluppatori che vogliono realizzare giochi per PC e console, mentre le piattaforme mobile e VR verranno supportate prossimamente.

La nuova piattaforma consente di implementare funzionalità di rete in pochi minuti, con particolare riferimento ad alcuni moduli degli AWS come DynamoDB, Lambda e S3. Tutto questo tramite interfacce di tipo visual Scripting, che possono essere usate anche per l’integrazione di Twitch.

 

Altre informazioni su Lumberyard si trovano qui, mentre per quando riguarda GameLift lo troverete qui. Già in passato Amazon aveva messo gli AWS a disposizione degli sviluppatori di videogiochi.

Category Home, News

Francesco Paolo Formoso

<p>Nato nel 1993, ha sempre cercato di ritagliarsi il suo posticino nel mondo del giornalismo, possibilmente affiancando questo sogno alla sua passione di sempre: i videogames, la tecnologia e l’elettronica. Studia musica e chitarra jazz al conservatorio e grande amante dei film di Quentin Tarantino.</p>