ASUS annuncia la tastiera ROG Horus GK2000

ASUS annuncia la tastiera ROG Horus GK2000




ASUS lancia sul mercato un nuovo prodotto della serie Republic Of Gamers, stiamo parlando della nuova tastiera meccanica di fascia alta Horus GK2000. Parliamo di una periferica con MCU a 32 bit, switch meccanici, 4 MB di memoria Cache e un software dedicato ROG, intuitivo e con molte funzioni, tra cui opzioni per le macro e la gestione dei led.

La tastiera permette di salvare 80 MACRO in 10 Profili e supporta anti-ghosting con N-Key rollover, mentre dal punto di vista dell’ hardware. abbiamo gli switch Cherry MX Red, garantiti per 50 milioni di battiture. La qualità è quella dei prodotti ASUS ROG, il design curato e molto aggressivo, con due piedini regolabili, palm-rest e un supporto removibile per il nostro smartphone.

Per quanto l’ estetica, l’ Horus GK2000 presenta una retroilluminazione LED, con 5 modalità di default, 6 profili personalizzabili e possibilità di illuminare tutti i tasti o solo alcune zone della tastiera.

Features:

  • Interface – USB 2.0 (1000 Hz) with NKRO (can be disabled)
  • Layout – Standard 104 + 5 macro keys (left) + ROG key (right) + volume and backlight wheels (right)
  • Keyboard switches – Mechanical Cherry MX Red 45 g, 2 mm actuation, 4 mm travel
  • Volume knob – Infinite wheel switch (scroll to increase/decrease backlight)
  • USB hub – 2 x USB 2.0
  • Audio pass-through – 1 x audio; 1 x mic
  • OS support – Windows XP/ Windows Vista /Windows 7/ Windows 8/ Windows 8.1/ Windows 10 32/64 bit
  • Approx. dimensions – 52.65 x 17 x 4.9 cm (Palm rest: 47.2 x 8.3 x 2.4 cm)
  • Cable – 180 cm braided cable
  • Keycaps – Acrylonitrile butadiene styrene (ABS) with UV grip coating
  • Materials – 3 mm brushed aluminum; 3 mm sandblasted aluminum; ABS underside
    Weight – 1700 grams

ASUS vende la tastiera Horus GK2000 con una custodia in neoprene, ancora non si sa il prezzo, ma vi terremo aggiornati.

 

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Francesco Paolo Formoso

Nato nel 1993, ha sempre cercato di ritagliarsi il suo posticino nel mondo del giornalismo, possibilmente affiancando questo sogno alla sua passione di sempre: i videogames, la tecnologia e l'elettronica. Studia musica e chitarra jazz al conservatorio e grande amante dei film di Quentin Tarantino.