Asus ZenFone 2 Laser: Recensione

Asus ZenFone 2 Laser: Recensione




Introduzione

Asus quest’anno ha lanciato molti dispositivi  della serie Zenfone e oggi andremo a recensirne uno che si è contraddistinto su molti punti. Stiamo parlando dello Zenfone Laser, uno smartphone con funzionalità e prestazioni migliori dei suoi predecessori.

Chiunque l’abbia provato avrà sicuramente notato l’ottima fotocamera e le ottime features che Asus ha inserite nella sua app e le utili e funzionali applicazioni che troverete preinstallate.

Confezione

Ma iniziamo dalla confezione nella quale troveremo:12647902_1695139907369454_720475450_n

  • Asus Zenfone Laser
  • Caricatore da 5.2V
  • Cavo microusb
  • Auricolari
  • Bustina con gommini

Specifiche

12650640_1695139924036119_1180688999_nIn questo modello troviamo la possibilità di rimuovere la scocca posteriore  in modo tale che se volessimo togliere la batteria o sostituirla potremmo farlo senza problemi.  Sul lato destro troviamo il bilanciere del volume  circondato da un involucro fatto di plastica e il tasto power sulla parte superiore del dispositivo. La scocca posteriore penso sia costruita in modo davvero intelligente soprattutto per le casse che si trovano in basso a destra, perché se andiamo a posare lo smartphone su un piano mentre ascoltiamo musica non andremo a coprire i fori di essa grazie al di dietro un po’ curvato.

Asus ha deciso di cambiare il processore passando da Intel ad uno SnapDragon 410 quadcore da 1,2 ghz.

Abbiamo una memoria interna da 16 gb, espandibile con memoria esterna e possiamo anche notare la ram da 2gb che invece è rimasta invariata. Ricordiamo che il dispositivo in questione è un dual Sim con gli slot posizionati sopra la batteria insieme allo slot dell’ SD fino a 32 Gb. Passiamo allo schermo che a differenza del predecessore, che era un IPS da 5 pollici,  qui troviamo uno schermo in 12650398_1695139957369449_2009199362_ntecnologia TFT di ottima qualità visiva e con angolo di visione davvero ottimo. Batteria da 2070mAh che resiste, almeno con il mio utilizzo, mezza giornata, per poi ricaricarlo con il caricabatterie da 5,2V 2A.

Test Fotocamera

Un’altra differenza molto evidente dal modello precedente, è che l’Asus ZenFone Laser ha un doppio flash led e il laser autofocus che sembra essere molto preciso dato che quando sono andato a testarne il funzionamento con i sample, mentre muovevo velocemente il dispositivo la messa a fuoco era precisa e stabile anche in automatico. Quindi, il telefono ci offre la fotocamera esterna da 8 megapixel e quella interna che è aumentata a 5 megapixel e video in Full HD.  Abbiamo anche un opzione per aprire velocemente la fotocamera a schermo spento, premendo due volte il tasto del volume.

Fotocamera:

Interfaccia e app di sistema

Asus come sempre ha optato per l’interfaccia ZenUI, che ci permette di modificare molte delle opzioni che spesso su altri dispositivi non possiamo se non installando launcher di terze parti dal Play Store. Possiamo, inoltre, cambiare tema semplicemente scaricando il tema preferito tramite l’applicazione dedicata. Abbiamo, poi la modalità semplificata nelle opzioni che ci permette di trovare più velocemente le app, ma soprattutto un opzione per chi non sa usare Android o è la prima volta che usa uno smartphone. Troviamo, ancora, l’opzione dove possiamo utilizzare il dispositivo con un sola mano premendo due volte il tasto home, di fare brevi video con le immagini che abbiamo scattato nella stessa galleria.

Ho provato l’Asus Zenfone Laser con alcuni giochi di alta portata e credo che regga molto bene con i suoi 2 gb di ram e il nuovo processore.

Qui sotto vi posto alcuni BenchMark:

Conclusioni

Il prezzo devo dire che per questo telefono è ottimo, un must per chi vuole comprare uno smartphone di fascia medio-bassa a soli 160 euro.

Devo dire ancora una volta e lo dirò sempre che l’Asus con questo dispositivo ha fatto un passo da giganti nella categoria medio bassa.

Concludiamo la recensione dicendo che questo smartphone mi ha colpito davvero tanto e lo metterei al primo posto se non fosse che ha dei piccoli difetti. Per piccoli difetti parlo della luminosità bassa e dei tasti non retroilluminati. Nonostante questi difetti  l’Asus ha davvero fatto un passo avanti in questa categoria Medio bassa, diversamente dal modello precedente aggiungendo la cover rimovibile, la batteria sostituibile,  la modalità di aggiungere  una doppia scheda in Dual Sim e migliorie nella fotocamera grazie al sensore laser autofocus, ai led flash ed una fotocamera interna maggiorata a 5 megapixel.

Overall
4 out of 5
Overall

Concludiamo la recensione dicendo che questo smartphone mi ha colpito davvero tanto e lo metterei al primo posto se non fosse che ha dei piccoli difetti. Per piccoli difetti parlo della luminosità bassa e dei tasti non retroilluminati. Nonostante questi difetti l'Asus ha davvero fatto un passo avanti in questa categoria Medio bassa, diversamente dal modello precedente aggiungendo la cover rimovibile, la batteria sostituibile, la modalità di aggiungere una doppia scheda in Dual Sim e migliorie nella fotocamera grazie al sensore laser autofocus, ai led flash ed una fotocamera interna maggiorata a 5 megapixel.

4

Good
4 out of 5

GameTechModding

<p>Appassionato di informatica da quando aveva 15 anni, incontra il modding e hardware per pc poco dopo. Da quel momento segue diversi modder e ha iniziato anche a realizzare delle sue mod. Ora 20 enne è alla guida di questo sito come CEO/Founder dove cerca di trasmettere la propria passione anche ai suoi seguaci con l’aiuto dei suoi fidati redattori.</p>