AUKEY BT-C2 2-in-1: Recensione

AUKEY BT-C2 2-in-1: Recensione

INTRODUZIONE

Ritorniamo con una recensione Aukey. Dopo quella effettuata sulla tastiera meccanica rgb che potete trovare qui, oggi andremo a provare un trasmettitore/ricevitore audio bluetooth BT-C2, che permette da far ringiovanire delle vecchie casse stereo che magari non usate più.

SPECIFICHE

CONFEZIONE

Il bundle AUKEY BT-C2 ci offre tanto. Sono inclusi tanti cavi necessari per il corretto funzionamento. In questo modo, insomma, si potrà star certi di poter collegare il proprio ricetrasmettitore a qualsiasi dispositivo.

  • 1x AUKEY BT-C2
  • 1x Connettore jack 3,5mm
  • 1x Cavo 3,5mm Audio
  • 1x Cavo 3,5mm Maschio a 2 RCA maschio
  • 1x Cavo di ricarica micro-usb
  • 1x Manuale d’uso

UTILIZZO

  • Primo abbinamento

Il primo abbinamento vi consiglio di effettuarlo con la batteria non in carica altrimenti vi potrebbe rallentare. Superati questo vi innamorerete delle prestazioni dell’oggetto. I passi per accoppiarlo a delle cuffie bluetooth sono:

  1. Tenere premuto il tasto multifunzione fino a quando non lampeggerà di rosso-blu
  2. Mettere in modalità di abbinamento le cuffie e avvicinarle all’Aukey BT-C2
  3. Aspettare 4-5 secondi. Fine
  • Trasmettitore (TX)

Tramite la funzione di trasmettitore potete inviare il segnale audio di una tv, stereo, ecc. ad un altro dispositivo bluetooth(tipo cuffie) e riuscirete, quindi, ad ascoltare il vostro film preferito nelle cuffie.

Per attivare la modalità trasmettitore, anzitutto, occorre spostare l’apposito pulsante su “TX”; occorre fare questa operazione a periferica spenta. Successivamente sarà sufficiente avviare la modalità “abbinamento” seguendo la guida sopra.

La parte “trasmissiva” funziona molto bene. Zero perdita di segnale e ottima qualità audio fino ad una distanza di 7-8 metri, andando oltre potreste notare che l’audio è in ritardo rispetto alle immagini.

  • Ricevitore (RX)

Utilizzando la modalità Ricevitore si riuscirà a trasformare uno stereo vecchio o una cassa con ingresso jack, in una vera postazione per ricevere audio proveniente da smartphone o tablet. L’ho provato collegandolo allo stereo della macchina, abbinandolo al telefono e, dunque, in questo modo sono riuscito ad ascoltare la playlist di Spotify o musica della memoria del telefono.

Come per la parte trasmissiva, anche per quella che riceve il segnale è ottimo. La distanza che vi consiglio di mantenere è anche qui di 7-8 metri.

P.S Per attivare la modalità ricevitore, occorre prima di tutto passare alla modalità “RX”. Successivamente sarà sufficiente avviare la modalità “abbinamento” su entrambi i dispositivi bluetooth(come detto sopra).

CONCLUSIONE

L’oggetto in questione ci offre un’ ottima resa sonora e non presenta nessun tipo di distorsione e il suono risulta essere pulito. La distanza massima consentita è di dieci metri e quindi si può girare in una stanza senza perdere il segnale e senza abbassamento di qualità.

Ottima la batteria che vi assicura una durata di 8 ore per quanto riguarda “TX” e 6 ore la parte “RX”.

Se proprio si vuole trovare il pelo nell’uovo si potrebbe dire che l’unico difetto è l’abbinamento ad un nuovo dispositivo mentre l’Aukey  BT-C2 sta sotto carica.

Link Acquisto| Amazon.it

Overral
5 out of 5
Overall

L'oggetto in questione ci offre un' ottima resa sonora e non presenta nessun tipo di distorsione e il suono risulta essere pulito. La distanza massima consentita è di dieci metri e quindi si può girare in una stanza senza perdere il segnale e senza abbassamento di qualità.

Ottima la batteria che vi assicura una durata di 8 ore per quanto riguarda "TX" e 6 ore la parte "RX".

Se proprio si vuole trovare il pelo nell'uovo si potrebbe dire che l'unico difetto è l'abbinamento ad un nuovo dispositivo mentre l'Aukey BT-C2 sta sotto carica.

5

Excellent
5 out of 5

Dodaro Raffaele

Innamorato dell'elettronica ed informatica fin da piccolo quando cominciavo a rompere i videoregistratori. Qualche anno dopo incontrai i sistemi operativi e da lì in poi cominciai a girare nelle cartelle di sistema a far danni. Ora, ormai 18 enne, mi trovo alla guida di gametechmodding.