Mavic Pro: Il drone ripieghevole di Dji

Mavic Pro: Il drone ripieghevole di Dji


 

A pochi giorni dalla presentazione del nuovo drone pieghevole di gopro: GoPro Karma, DJi torna a dire la sua con Mavic Pro. Il nuovo arrivato cambia le carte in casa DJI grazie ad un design ultraportatile e un formato ridotto, con meno ingombri e bracci pieghevoli che ne faciliteranno il trasporto. Nessun particolare compromesso, il Mavic Pro è infatti piccolo e potente, dotato delle ultime tecnologie a bordo che non fanno rimpiangere i suoi fratelli maggiori Phantom.

Parlando di numeri e specifiche, Mavic Pro possiede un gimbal a tre assi per foto e video stabilizzati, componente ormai inevitabile su questi APR, e anche dei processori (ancora ignoti) che assicurano la gestione delle diverse modalità di volo. Su questo modello ritroviamo il nuovo sistema di guida FlightAutonomy che unisce in un’unica soluzione navigazione satellitare, sensori ridondanti, rilevatori di campo ultrasonici e fotocamere con cinque posizioni di visualizzazione. Tutti elementi che servono per migliorare la stabilità e la massima manovrabilità evitando gli ostacoli.

id534674_1

Migliorato l’ActiveTrack per il riconoscimento di soggetti, mezzi di trasporto ed altri elementi in movimento da seguire, anche a velocità sostenute, abbinato alla funzione TerrainFollow, che permette di rincorrere il soggetto in pendenza mantenendo il drone ad una distanza costante compresa tra i 3 e i 10 metri.

La fotocamera integrata con sensore d’immagine da 12 MP scatta foto anche in RAW e registra video in 4K a 30fps e in full HD a 120fps, grazie all’ottica evoluta si può anche mettere a fuoco elementi entro un minimo di 0.5m di distanza. Gli sportivi, inoltre, saranno felici di testare la Sport Mode,che aumenta la velocità massima fino a circa 60 km/h.

id534676

id534677

Anche il radiocomando è stato totalmente riassoggettato, più piccolo è compatto, utilizza un nuovo sistema di comunicazione chiamato OcuSync che rende possibile, a detta di Dji, la comunicazione video a 1080p anche a 7 km di distanza! Ciò rendere ancor più semplice la condivisione di tutti i file multimediali su tutte le piattaforme social, anche in tempo reale con le Live su Facebook, Youtube e Periscope.

id534681_1

Dji, inoltre, ha presentato un nuovo paio di occhiali per il volo in FPV ( First Person view ), che offrirà una nuova modalità di volo, completamente diversa, visualizzando in diretta e in prima persona ciò che vedrà il drone, per un esperienza di volo molto più coinvolgente. Sara possibile, con l’utilizzo di questi occhiali, controllare i movimenti della camera e del drone spostando semplicemente la testa o lo sguardo, ad esempio, abbassando al testa, la videocamera si abbasserà o  girando lo sguardo a destra o a sinistra il drone ruoterà nelle rispettive direzioni.

 

 

headset-2

Le novità non si fermano di certo qui, anche nel campo della sicurezza questo innovativo drone ha fatto passi da gigante, infatti il riconoscimento degli ostacoli fino a 15m a 36 km/h e previene le collisioni frontali durante il volo. In caso di batteria scarica in volo o perdita di segnare anche il Mavic Pro sarà in grado di tornare nel punto di partenza, grazie al sistema Precision Landing.

Mavic Pro costa in Europa 1199€ con il controller incluso. Le batterie di volo intelligenti del Mavic Pro costeranno 99 Euro. Un Mavic Pro Fly More Combo, che include il Mavic Pro, due batterie di volo intelligenti extra, una stazione di ricarica, eliche aggiuntive,  un adattatore e una borsa, saranno disponibili per 1499 Euro. Il preordine è già attivo su dji.com/mavic e le spedizioni cominceranno il 15 ottobre. In fine Dji offre una speciale garansia DJI Care Refresh che protegge contro danni accidentali al velivolo del Mavic Pro, al gimbal o alla fotocamera in condizioni di uso normale fino a 12 mesi, Il tutto è disponibile a 119 Euro.