HyperX espande la linea di memorie FURY DDR4 con moduli Plug and Play e frequenze overclocking fino a 2666MHz

HyperX espande la linea di memorie FURY DDR4 con moduli Plug and Play e frequenze overclocking fino a 2666MHz

I kit e i moduli HyperX FURY DDR4, compatibili con i chipset Intel serie 200 e X99, sono ora disponibili in nuove colorazioni

“Le FURY DDR4 sono le nostre memorie DDR4 più popolari, e i nuovi prodotti che allargano la gamma consentono una scelta più ampia”, ha dichiarato Edward Baily, Business Manager di HyperX EMEA. “Con tre nuove colorazioni, tutti gli appassionati avranno la possibilità di personalizzare maggiormente il proprio PC durante l’upgrade”.

Caratteristiche dei moduli FURY DDR4:

  • Ottimizzati per i chipset Intel della serie 200 e X991
  • Testati per garantire compatibilità con la piattaforma AMD Ryzen1
  • Soluzione economica ed efficace per accedere alle migliori prestazioni DDR4
  • Dissipatore di calore dal profilo basso ed elegante con l’inconfondibile design asimmetrico FURY

SPECIFICHE TECNICHE E DIMENSIONI

Dissipatore di calore:  FURY Nero, Rosso e Bianco

Overclocking: HyperX Plug and Play

Capacità:

Singoli moduli: 4GB, 8GB, 16GB

Kit da 2:            8GB, 16GB, 32GB

Kit da 4:          16GB, 32GB, 64GB

Velocità in frequenza: 2133MHz, 2400MHz, 2666MHz

Latenza CAS: CL14, CL15, CL16

Voltaggio: 1.2V

Temperatura di funzionamento: da 0°C a 85°C

Dimensioni: 133.35mm x 34.04mm

 

Disponibilità e supporto

I nuovi kit e moduli FURY DDR4 sono disponibili da marzo 2017 attraverso il network di etail e retail HyperX. Le HyperX FURY DDR4 sono coperte da garanzia a vita e da una solida assistenza clienti.

Category Hardware, Home, News

GameTechModding

<p>Appassionato di informatica da quando aveva 15 anni, incontra il modding e hardware per pc poco dopo. Da quel momento segue diversi modder e ha iniziato anche a realizzare delle sue mod. Ora 20 enne è alla guida di questo sito come CEO/Founder dove cerca di trasmettere la propria passione anche ai suoi seguaci con l’aiuto dei suoi fidati redattori.</p>