La nuova iniziativa Vodafone “Un pensiero per te”

La nuova iniziativa Vodafone “Un pensiero per te”





Da una parte ci sono gli operatori del servizio di assistenza che ogni giorno rispondono ai clienti al telefono, via chat o su Twitter e Facebook. Dall’altra ci sono le persone che si mettono in contatto con chi può aiutarle a reperire informazioni o risolvere un problema. Può capitare che durante l’interazione, l’operatore scopra ad esempio l’hobby, la musica preferita, il sogno nel cassetto del cliente, e decida di fargli una sorpresa inviandogli
un piccolo regalo. Per dimostrargli che è importante.
E’ questa la storia alla base di “Un pensiero per te”, l’iniziativa che Vodafone Italia ha lanciato sui social network: in una serie di video gli operatori del servizio di assistenza di Vodafone consegnano ai clienti un pensiero speciale. Il primo cliente a ricevere un regalo è Gaetano, in Vodafone dal 1996, che un giorno contatta il servizio clienti. La sua gestione è affidata a Teresa, una ragazza napoletana, che durante la telefonata scopre che a Gaetano piacerebbe molto portare la sua famiglia a Ischia. Teresa decide quindi di fargli una sorpresa: a bordo di una macchina brandizzata Vodafone raggiunge Gaetano e gli consegna un buono viaggio per
un weekend a Ischia e la guida dell’isola. Questa è solo la prima di altre storie che verranno raccontate accompagnate dall’hashtag #UnPensieroPerTe.

Un pensiero per te” si inserisce all’interno del programma ‘We CARE’, che intende consolidare e valorizzare il rapporto di fiducia con i clienti, attraverso una serie di azioni concrete – come le iniziative Soddisfatti o Rimborsati sulla rete 4G e sui Servizi Digitali o le giornate di navigazione gratuita – negli ambiti della connettività, della trasparenza, del riconoscimento della fedeltà, e della accessibilità del servizio.

Dodaro Raffaele

Innamorato dell'elettronica ed informatica fin da piccolo quando cominciavo a rompere i videoregistratori. Qualche anno dopo incontrai i sistemi operativi e da lì in poi cominciai a girare nelle cartelle di sistema a far danni. Ora, ormai 18 enne, mi trovo alla guida di gametechmodding.