Nintendo Wii U: Luce in fondo al tunnel?

Nintendo Wii U: Luce in fondo al tunnel?

CI_WiiU_img1_image600w

 

Nintendo Wii U è una console tanto particolare quanto misteriosa, non tanto per la complessità del suo funzionamento, quanto per una storia travagliata iniziata ben prima del fatidico “Day One”.

Presentata al pubblico all’E3 di Los Angeles del 2011 con un anno di anticipo rispetto alle dirette concorrenti, destò immediata curiosità soprattutto per la scelta progettuale del Wii U Game Pad, piuttosto voluminoso e con un ampio schermo touch screen resistivo, in grado di permettere all’utilizzatore di poter giocare anche a TV spenta. I primi giochi, tra i quali Super Mario 3D World, New Super Mario Brus U e ZombiU, vennero presentati addirittura un anno dopo, sempre al Los Angeles Convention Center, E3 2012.

 

nintendo_wii_u_hands-on_2012_18

La storia di Wii U, sembrerebbe nascere e concludersi in quell’esatto momento. Una campagna marketing a dir poco sconcertante da parte della casa madre, fa in modo che una grandissima fetta del mercato conquistato con Wii, non sia nemmeno a conoscenza dell’uscita di Wii U: il nome troppo simile rispetto alla console precedente, genera confusione presso i venditori di videogiochi. Il prezzo alto per le prestazioni che effettivamente é in grado di dare la macchina, è solo la punta dell’iceberg di un fallimento su tutta la linea.

Nel 2012/2013 si assiste ad un vero e proprio tracollo di Nintendo: Wii U vende meno di 3 milioni di unitá a fronte dei nove milioni preventivati. La casa capitanata da Saturu Iwata, si salva solo grazie alle vendite del Nintendo 3DS. Per la prima volta nella sua storia (2012), Nintendo chiude un bilancio in perdita.

Il 2014 appariva quindi come ultima chiamata per Nintendo, ormai arrivata ad un bivio: decretare la morte di Wii U o invertire la tendenza?  Tutti sapevano che il rilancio della Wii U passasse direttamente dai nuovi titoli tanto attesi, anche se lo scetticiscmo di un biennio disastroso non consentiva di essere ottimisti.

29 Maggio 2014: Mario Kart 8 arriva negli scaffali giapponesi e nei due giorni successivi arriva rispettivamente in Canada e Stati Uniti e poi in Europa. I dati iniziano a dare ragione ai ben pochi ottimisti che avevano creduto in una svolta: Nintendo UK annuncia un incremento delle vendite di software Wii U del 600% nell’intero Regno Unito, rispetto allo stesso periodo del 2013.

MK8

 

Successivamente all’E3 di quest’anno, con la presentazione della LineUp Nintendo dei prossimi mesi, il gradimento dei consumatori sembra notevolmente aumentato. L’uscita di “Super Smash Bros. For Wii U” (13 Dicembre 2014), “Bayonetta 2” (24 Ottobre 2014) alla quale per il mercato inglese è dedicato un bundle speciale e “Hyrule Warriors” (19 Settembre 2014), attesissimo videogioco di genere “Musou”, spin off di The Legend of Zelda con sistema di gioco stile Dynasty Warriors, riaccendono la curiosità degli appassionati. Le ragioni per l’acquisto di Wii U adesso ci sono davvero.

Riuscirà Nintendo a mantenere vive le speranze o sarà solo un fuoco di paglia? Nintendo deve riuscire a far diventare Wii U un prodotto appetibile per il mercato di massa, solo così le grandi software house torneranno ad interessarsene. La strada intrapresa sembra quella giusta, ora possiamo solo aspettare.

Smash-Bros.-Wii-U-Release-Date

 

Category Gaming, Home

GameTechModding

Appassionato di informatica da quando aveva 15 anni, incontra il modding e hardware per pc poco dopo. Da quel momento segue diversi modder e ha iniziato anche a realizzare delle sue mod. Ora 20 enne è alla guida di questo sito come CEO/Founder dove cerca di trasmettere la propria passione anche ai suoi seguaci con l'aiuto dei suoi fidati redattori.