OCZ emette sul mercato i Trion 150

OCZ emette sul mercato i Trion 150





Come tutti sappiamo OCZ Technology con sede in California, a Sunnyvale, è stato un produttore di hardware per pc, in particolare produceva memorie RAM e flash, dischi ssd, alimentatori, ventole, e dall’aprile 2008 anche notebook. Da quando nell’agosto del 2000 è entrata nel mercato delle memorie ha posto primariamente i suoi prodotti al mercato dell’ SSD  e proprio in questi giorni ha lanciato sul mercato una nuova serie entry level dotata di interfaccia SATA III: I Trion 150.

Costruiti intorno alle NAND Flash Toshiba TLC a 15nm, utilizzano l’interfaccia SATA III e continuano a fornire l’affidabilità e la resistenza nel tempo tipica dei Trion 100 offrendo un aumento delle prestazioni nelle reali applicazioni di utilizzo quotidiano. Una soluzione in grado di garantire un aggiornamento delle prestazioni di notebook e desktop mainstream a prezzi accessibili.

I nuovi SSD Trion 150 offrono velocità di lettura e scrittura sequenziale pari a, rispettivamente, a 550 e 530 MB/s, restituendo ben 91.000 IOPS in modalità random su file di piccole dimensioni. Tali prestazioni contribuiscono a migliorare il tempo di avvio, dei software e di qualsiasi tipo di utilizzo si faccia. I Trion 150 saranno disponibili nei modelli da 120, 240, 480 e 960GB di capacità, offrendo una durata stimabile in circa 240TB di scritture.

Oltre ad essere sottoposti a controlli di affidabilità e di qualità molto rigorosi, i Trion 150 sono protetti dal sistema di garanzia OCZ ShieldPlus della durata di  3 anni, che permette, in caso di guasto dell’unità, di ottenere con pochi click del mouse la sostituzione in tempi molto rapidi senza alcun onere relativo ai costi di spedizione.

Per ulteriori informazioni potete visitare la pagina del prodotto.

Tags ocz, ssd, trion 150
Category Hardware, Home, News

Francesco Paolo Formoso

<p>Nato nel 1993, ha sempre cercato di ritagliarsi il suo posticino nel mondo del giornalismo, possibilmente affiancando questo sogno alla sua passione di sempre: i videogames, la tecnologia e l’elettronica. Studia musica e chitarra jazz al conservatorio e grande amante dei film di Quentin Tarantino.</p>