Il pinguino vola con i droni

Il pinguino vola con i droni

È nato poche ore fa il Dronecode Project, un nuovo progetto di Linux Foundation che servirà per costruire una piattaforma open source per droni, aggiungendo la piattaforma al lunghissimo elenco di sistemi basati su kernel Linux.

Alla base del progetto Dronecode c’è la soluzione FOSS già realizzata da 3D Robotics, con l’aiuto di Box, DroneDeploy e jDrones. A Linux spetterà il compito di gestire il progetto dove al lavoro sul progetto ci sono già 1200 sviluppatori, dice la Fondazione, che già fanno decine e decine di modifiche ogni giorno.
ldronecode
La creazione di un’unica piattaforma per droni aiuterà naturalmente a ridurre la frammentazione di un mercato che al momento si basa quasi esclusivamente su sistemi hardware-software proprietari o custom, così come favorirà – commenta la Fondazione Linux che poi continua – lo sviluppo di tecnologie sempre più affidabili per l’analisi dei dati (di volo), lo storage e la visualizzazione applicati ai veivoli autonomi. Settori nei quali ferve l’attività, e la cui importanza per il mondo FOSS non può essere trascurata.A guidare il progetto Dronecode per Linux Foundation sarà Andrew Tridgell, già autore di rsync e co-responsabile di Samba.
Il direttore esecutivo della fondazione Jim Zemlin sottolinea il supporto che l’organizzazione può dare a un progetto così esteso come quello di Linux sugli UAV, e i vantaggi in fatto di innovazione che possono derivarne.
Category Home, Linux

Dodaro Raffaele

Innamorato dell'elettronica ed informatica fin da piccolo quando cominciavo a rompere i videoregistratori. Qualche anno dopo incontrai i sistemi operativi e da lì in poi cominciai a girare nelle cartelle di sistema a far danni. Ora, ormai 18 enne, mi trovo alla guida di gametechmodding.