STREAMING A LIVELLO “PRO” CON LA NUOVA GAME CAPTURE CARD DI RAZER

STREAMING A LIVELLO “PRO” CON LA NUOVA GAME CAPTURE CARD DI RAZER





Razer annuncia il lancio della scheda di acquisizione video Razer Ripsaw. Questo strumento fondamentale per il broadcasting offre agli utenti funzionalità di streaming e registrazione ad alte prestazioni, portando il filmato dei gameplay su note piattaforme quali Twitch e YouTube con frame rate e risoluzioni notevoli.

Razer Ripsaw offre un’acquisizione video del gameplay a 1080p e 60 frame al secondo, garantendo una visione nitida, fluida e chiara. Sfruttando lo standard USB 3.0 Razer Ripsaw trasmette il filmato di gioco “raw” in formati non compressi con latenza quasi nulla. Inoltre gli spettatori possono beneficiare di un’esperienza ancora più personalizzata e divertente se i broadcaster sfruttano gli input microfono e audio della scheda di acquisizione, che consentono di collegare ogni tipo di sorgente musicale o microfono per un livello di audio o commento secondario.

Razer Ripsaw è dotata di tutti i cavi necessari per connettersi alle principali console da gioco quali Razer Forge TV, Sony PlayStation 4, Microsoft Xbox One, Nintendo Wii U e piattaforme di generazioni precedenti quali PlayStation 3 e Xbox 360. Questo offre ai broadcaster una più ampia scelta di giochi da condividere.

Razer Ripsaw è pronta all’uso con noti software di streaming  quali Open Broadcaster Software (OBS) e XSplit, consentendo così ai broadcaster di dare subito vita ai propri progetti, senza doversi preoccupare di bloatware di terze parti comunemente associato ad altre soluzioni di streaming.

“Razer è attiva nel panorama dello streaming sin dagli albori del game broadcasting, con i principali streamer che negli anni hanno utilizzato il nostro hardware per offrire il meglio al proprio pubblico”, dichiara Min-Liang Tan, CEO e co-fondatore di Razer CEO.  “Siamo entusiasti di aver progettato una scheda di acquisizione del gameplay che soddisfa le esigenze dei broadcaster ed è in grado di offrire agli utenti alle prime armi un tool perfetto per aiutarli a diventare magari i futuri  Syndicate o Pewdiepie”.

 

Category Gaming, Home, News

Dodaro Raffaele

<p>Innamorato dell’elettronica ed informatica fin da piccolo quando cominciavo a rompere i videoregistratori. Qualche anno dopo incontrai i sistemi operativi e da lì in poi cominciai a girare nelle cartelle di sistema a far danni. Ora, ormai 18 enne, mi trovo alla guida di gametechmodding.</p>