Synology RT2600ac: Recensione

Synology RT2600ac: Recensione

RT2600ac è il diretto successore dell’ RT1900ac. Parliamo di un router dalle funzionalità avanzate, adatto ad usi professionali (e non) perché si distingue per sicurezza e affidabilità.

Unboxing

Partiamo con il box, in cartone riciclabile, appare esteriormente pulito ed uniforme. Al suo interno troviamo due scompartimenti:

Nel primo scompartimento c’è il router  RT2600ac, al di sotto c’è invece uno scompartimento che ospita le quattro antenne e la guida rapida all’installazione, che ci dirà come posizionare le antenne in maniera ottimale.

Infine nell’ultimo scompartimento: il cavo Ethernet e l’alimentatore.

Design

Il Synology RT2600ac è realizzato in plastica. La parte frontale, infatti, è a spiovente verso il basso, e sotto il logo Synology – in basso rilievo – troviamo una fila di LED per il controllo dello stato del router, ed un ingresso per una memoria SD.

Sulla parte destra poi, c’è una piccolo spazio dedicato ai due pulsanti Wi-Fi e WPS che aiutano a collegarsi al router in maniera wireless senza dover immettere la password.

Nella parte sinistra invece troviamo una USB 3.0 pensata per ospitare un Hard Disk e sfruttare appieno le funzionalità NAS del router. Ovviamente data la delicatezza di questi dispositivi, l’RT2600ac dispone anche di un tasto “EJECT” per rimuovere il supporto in modo sicuro. Infine nella parte posteriore troviamo: tasto di accensione/spegnimento, reset, una seconda USB, e 5 porte Ethernet Gigabit/WAN standard.

SMART WAN

Di queste porte normalmente la WAN 1 (in blu) va collegata al modem, mentre le restanti 4 (gialle) possono essere collegate ai vari dispositivi. Tuttavia la tecnologia “SMART WAN” consente di utilizzare insieme alla porta blu anche la prima delle quattro porte Ethernet gialle (arrivando ad un totale di 2 Gbits) che possono servire in caso uno dei due cadesse.

Queste due funzionalità offerte dal RT2600ac sono molto utili in ambito professionale, dove c’è effettivamente bisogno di ripartire il carico e dove non ci si può permettere un brusco stacco della connessione.

Hardware & Software

Performante, ma soprattutto in larghezza di banda ed efficienza nel gestirla ( testato con una 100 mega )

 

Ciò è stato possibile grazie alla tecnologia MU-MIMO che consente alle ben 4 antenne di scambiare informazioni simultaneamente con più device connessi e con un range migliorato. Ovviamente l’efficienza di tutto il sistema è da attribuire al software di gestione Synology (SRT) che permette di gestire e monitorare praticamente tutte le reti e i rispettivi device connessi al nostro RT2600ac.

 

Il software di gestione si presenta come un vero e proprio sistema operativo.

  • CENTRO CONNESSIONI DI RETE

Nel centro connessioni di rete si ha una panoramica istantanea dell’andamento generale del traffico di rete. E’ possibile visualizzare i vari dispositivi connessi (via LAN o Wi-Fi) e modificare alcuni parametri per rendere la loro navigazione più o meno prioritaria.

  • PANNELLO DI CONTROLLO

Questa sezione è dedicata alla parte gestionale del router. Mi riferisco dunque ad: account, condivisione delle cartelle, aggiornamenti software e tanto altro ancora.

  • FILE STATION

Questa è la sezione interamente dedicata alle funzionalità NAS del nostro RT2600ac: da qui è possibile visualizzare e gestire tutti i dispositivi di archiviazione collegati direttamente alle porte USB e all’ingresso SD del router.

 

Conclusioni

Il router Synology RT2600ac è un dispositivo all’avanguardia progettato soprattutto per la connessione simultanea. Ottima sicurezza anche grazie al suo eccezionale software completo in tutto e per tutto.

Lo consiglio in ambienti professionali o semi-professionali dove ci sono molti dispositivi da collegare, che hanno bisogno di banda a disposizione, che deve essere gestita in maniera efficace.

Conclusioni
4.5 out of 5
Overall

Il router Synology RT2600ac è un dispositivo all’avanguardia progettato soprattutto per la connessione simultanea. Ottima sicurezza anche grazie al suo eccezionale software completo in tutto e per tutto.

Lo consiglio in ambienti professionali o semi-professionali dove ci sono molti dispositivi da collegare, che hanno bisogno di banda a disposizione, che deve essere gestita in maniera efficace.

4.5

Good
4.5 out of 5

Francesco Paolo Formoso

<p>Nato nel 1993, ha sempre cercato di ritagliarsi il suo posticino nel mondo del giornalismo, possibilmente affiancando questo sogno alla sua passione di sempre: i videogames, la tecnologia e l’elettronica. Studia musica e chitarra jazz al conservatorio e grande amante dei film di Quentin Tarantino.</p>