Ubisoft non introdurrà i dinosauri in Far Cry Primal

Ubisoft non introdurrà i dinosauri in Far Cry Primal





Far Cry Primal rappresenta un enorme cambiamento per la serie, Ubisoft infatti, ha deciso di abbandonare le ambientazioni moderne facendo un salto all’indietro e riportandoci nell’età della pietra. Questa nuova ambientazione ci pone l’obietivvo di riuscire a sopravvivere in un lugo pieno di creature e tribù ostili. Alcuni redattori statunitensi di IGN, hanno deciso di chiedere a Kevin Shortt (lead writer del progetto) il motivo per il quale la software house francese ha deciso di non aggiungere i dinosauri al gioco.
“In Primal non c’è nessun dinosauro, perché abbiamo scelto un periodo storico. Ci troviamo nella preistoria, ma è l’Eta della Pietra quella che vogliamo rappresentare. E, storicamente, i dinosauri risalgono a milioni di anni fa. Gli umani e i dinosauri non si sono mai trovati insieme, quindi abbiamo deciso semplicemente di rimanere fedeli alla realtà. Sarebbe stato divertente? Sicuramente. Ma non per noi. Volevamo rappresentare l’Età della Pietra rimanendo il più fedeli possibile a quel periodo.
Mi piace molto il modo in cui abbiamo lavorato con la narrativa, questa volta. Stiamo davvero dando la possibilità al giocatore di viverla come vuole.
Non c’è un percorso giusto, tutti avranno una diversa esperienza. Troveranno questo esperto, questo personaggio wenja, potranno portarlo al villaggio. Faranno tutto a modo loro. Sono proprio curioso di sentire le differenze delle loro storie. È ciò che è fantastico di Far Cry: così tanti giocatori vivono storie uniche ed ora che la narrativa è molto fluida in merito a come il giocatore vuole affrontarla, sono davvero impaziente di scoprire quali storie si creeranno”, ha spiegato Shortt.

Ricordiamo che Far Cry Primal, verrà pubblicato su Xbox One e PlayStation 4 il 23 Febbraio 2016, mentre i videogiocatori che giocano su PC dovranno attendere Marzo.

gabriele_giovannini

<p>Ho iniziato ad interessarmi ai videogiochi quando avevo sette anni, poi crescendo e acquisendo sempre più consapevolezza nell’approccio al medium videoludico, ho deciso nel 2015, di lanciarmi in questa avventura con Game&Tech/Modding. Non mi interesso solo di videogiochi, nel tempo libero infatti amo tenermi aggiornato per quanto riguarda la tecnologia e coltivare la mia passione per la storia dell’essere umano.</p>