E3: Conferenza Bethesda

E si comincia così con la terza conferenza di questo E3 2018, con numerose presentazioni alcune da batticuore, altre non così tanto ma valide ugualmente. Ma andiamo a vedere nel dettaglio cosa hanno presentato:

  • Rage 2: Ad aprire la conferenza è il sequel di Rgae, anticipato da un breve intermezzo musicale a tema, appunto, Rage. A seguire, un gameplay pre-registrato di una missione, che ha tratti ha ricordato titoli come Duke Nukem e Bulletstorm per quanto riguardo velocità e “caciara”, sopratuto grazie ad un comparto Open World apparentemente curatissimo, con il motto “If you see it, you can drive it”
  • Brevi agiornamenti su TESO: Summerset e Quake Champions
  • DLC Prey Mooncrash: Annuncio del nuovo DLC e della modalità “Typhoon Hunter”, dove quattro giocatori si trasformano in mimik e cercano di sfuggire a un quinto giocatore
  • DLC Wolfenstein II: Youngblood: Incentrato sulla figlie di William Blazkowicz, dove anche loro affornteranno fiumi e fiumi di nazisti, anche con la disponibilità di una modalità coop
  • DOOM Eternal: Il seguito del reboot del 2016 sarà mostrato succesivamente al Gamescom 2018
  • Fallout 76: Il vero punto focale della conferenza è stato lanciato e ha lasciato tutti a bocca aperta: un mondo non ancora distrutto del tutto, con chiari riferimenti al primo fallout e un comparto online. Quest’ultimo infatti, distanzierà gli altri capitoli dal 76, dando la possibilità di vivere in questa quattro volte più grande Wastland in compagnia di amici (o meno). Sarà inoltre disponibile costruire accampamenti dove noi e i nostri amici potremmo stanziarci fino a che non ci si stanca. O fino a quando qualcuno non deciderà di lanciarci contro una bomba atomica, perchè c’è anche questa possibilità. Grazie alla scoperta dei codici di lancio in determinate aree, sarà infatti possibile attivare un razzo atomico in una direzione a nostra discrezione, favorendo anche la creazione di nuove risorse e mostri geneticamente modificati. Inoltre, con la Power Armor Edition, si potrà ottenere una mappa del West Virginia (dove il gioco è ambientato) e il casco della Power Armor con cui potremmo modificare anche la voce
  • TES Blades: Titolo per smartphone che promette davvero molto bene, e sopratutto gratuito. Aspettiamo altre news
  • Starfield: Dopo “soli” 25, Bethesda annuncia di essere al lavoro su una nuova IP. Anche qui, molto hypati, ma senza notizie
  • TES IV: Siamo ancora confusi se essere felicissimi o molto presi per il fondoschiena, ma speriamo con tutto il cuore che non sia una trollata

Francesco Greco

Videogiocatore incallito da più di 15 anni, decide che forse scrivere di videogiochi sia la via più semplice per far conoscere al mondo quanto sia grandela sua passione. Ok forse sono troppo formale. Ciao, sono Francesco e mi piacciono i videogiochi!